Home
Indicatori e Guide

FOREX

Introduzione al Forex    A cura del Dott. Pier Paolo Soldaini - CopyRight Investor s.a.s

Il Foreign Exchange Market, da cui deriva la sigla Forex, e’ il piu’ vasto mercato finanziario esistente al mondo. Basti pensare che il volume di scambi giornalieri e’ passato dai 5 billioni di dollari statunitensi nel 1977 ad oltre 1 trillione di dollari di oggi. E’ stato stimato che entro il 2005 il volume delle contrattazioni giornaliere raggiungerà gli 8 trillioni di dollari statunitensi.

La maggior parte delle contrattazioni si concentrano sulle principali valute, ovvero: Dollaro statunitense, Euro, Yen, Sterlina, Franco svizzero, Dollaro australiano.

I partecipanti al mercato

I principali operatori sul mercato del Forex sono i seguenti:

  • Le Banche Centrali, che acquistano o vendono enormi quantitativi di valuta per sostenere i tassi di cambio secondo gli obiettivi di politica monetaria.
  • Gli importatori, che devono pagare i beni acquistati con valuta estera.
  • Gli esportatori, che ricevono pagamenti in valuta estera.
  • I Money Manager, che necessitano di valuta per acquistare valori mobiliari sui mercati esteri in ottica di diversificazione di portafoglio.
  • Gli Istituti di credito, che erogano prestiti e detengono riserve in valuta.
  • Le Broker houses, che inoltrano gli ordini conto terzi e percepiscono un utile sulla transazione.
  • I traders, che acquistano e vendono valuta a scopo puramente speculativo.

Il mercato

Il mercato interbancario veniva utilizzato principalmente dalle grandi banche d’affari e istituzionali. Oggi, grazie anche allo sviluppo di internet, il piccolo day trader ha la possibilità di partecipare a questo mercato globale dalle potenzialità immense.

Non esiste un luogo centrale dove poter osservare tutte le contrattazioni che avvengono giornalmente sulle valute. Gli operatori sono dislocati nei principali istituti di credito e nelle case di brokeraggio di tutto il mondo, e si tengono costantemente in contatto tramite telefono e computer, per effettuare le transazioni.

Ad esempio: se un operatore di una banca di New York desidera acquistare euro contro dollari, si metterà in contatto con un’altra banca o una broker house via telefono o computer ed effettuerà la transazione.

La liquidazione a contante avviene a 2 giorni dall’operazione.

Gli orari delle contrattazioni

Non esistono orari di contrattazione. Il Forex lavora 24 ore su 24.

Se si considera che il mercato è globale, questo fatto è piuttosto intuitivo: quando negli USA si chiudono le contrattazioni, pochi minuti dopo si aprono a Sidney e pochi minuti dopo ancora si aprono a Tokyo. Quando chiudono le contrattazioni a Tokio si aprono in Europa, e qualche ora dopo si riaprono negli USA, il tutto senza soluzione di continuità.

Non esistono dunque orari ufficiali di apertura e chiusura delle contrattazioni, esse si adeguano agli orari ufficiali di apertura e chiusura delle principali capitali finanziarie del mondo dove avvengono le contrattazioni stesse.

 

Segue >>